Basket

Anticipo delle 12: Brescia facile su Cantù, 81-63

BRESCIA-CANTU 81-63
Il lunch-match tutto lombardo tra Brescia e Cantù si chiude con il ritorno alla vittoria della squadra di casa che dopo una settimana terribile ritrova il sorriso, lottando per 40’ contro una squadra che gioca troppo sul talento individuale. Brescia recupera Zerini e rinuncia a Mika per dare spazio a Cunningham nel proprio 5+5 e fa i conti con la protesta per la curva (in silenzio per tutto il primo quarto di gioco). Cantù è in crisi apertissima: poche idee e molto confuse. Partenza importante per i padroni di casa (18-8) che assestano il primo strappo della gara con un break di 13-3 ispirato da Abass e Hamilton. E proprio l’ala forte è il giocatore che spinge Brescia al +11 (25-14) di fine primo quarto con 13 punti personali. Cantù è la voglia di Parrillo e poco altro nei primi 10’: fatica la squadra brianzola mostrando nervosismo e Brescia ne approfitta e senza strafare arriva a +16 (36-20) sbagliando anche parecchio in attacco. Tra la chiusura del secondo quarto e l’inizio del terzo quarto Cantù non dà mai segnali di ripresa (51-34) e prova con la zona a mettere in difficoltà una Leonessa che tende ad essere troppo narcisista, sbagliando un po’ troppo e permettendo a Cantù di risalire a -8 (62-54) a inizio ultimo quarto. Viene espulso coach Diana al secondo fallo tecnico per proteste ed arriva la veemente reazione della Leonessa (71-54) con Laquintana protagonista. Brescia è ora con la testa allo spareggio di Eurocup con Ulm di mercoledì sera (Alberto Banzola)
BRESCIA: Hamilton 17, Beverly 12, Vitali e Laquintanta 9.
CANTU’: Jefferson 16, Blakes 13, Udanoh 11
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le più lette

To Top