Calcio

B-Best, ecco le nominations Le azioni più belle di B

Frosinone a un passo dalla promozione, gli basterà vincere l’ultima gara col Foggia. Retrocedono Pro Vercelli e Ternana, il Palermo pareggia e il Parma spera ancora nella Serie A diretta. E non poteva mancare Red Bull B-Best, il contest organizzato dalla Lega B e dalla Gazzetta dello Sport che celebra tutte le settimane le azioni più belle della Serie B ConTe.it e che si concluderà con una finalissima a fine stagione. Il contest è così strutturato: quattro categorie divise tra Carisma, Cuore, Energia e Genio. Ogni settimana, aiutati dai lettori, i giornalisti della Gazzetta dello Sport selezionano un giocatore per ogni categoria, valutando le azioni più belle della giornata appena trascorsa. La decisione finale spetta ai lettori, chiamati a votare sul sito. Ecco la diretta Facebook di Nicola Binda e Stefania Scordio.
CARISMA — Quello di Federico Dionisi, un simbolo di Frosinone. Fu lui a condurre la squadra in Serie A tre stagioni fa, sarà ancora lui (in caso di promozione) a farlo in questo in questo caso. Il bomber sbaglia il rigore ma trova il gol che sblocca e decide la partita con l’Entella, facendo impazzire un popolo. Dionisi continua a segnare e il Frosinone è a un passo dalla seconda promozione in Serie A della sua storia.
CUORE — Tommaso Bianchi, con il gol che decide la partita di Pescara, mette in mostra tutto il cuore dell’Ascoli, che vuole centrare la salvezza. Quinto risultato utile consecutivo per i marchigiani, che stanno trovando una forma pazzesca nel finale di campionato. E Bianchi, con il suo gol, è il simbolo di questa rivoluzione.
ENERGIA — Il Parma ha ancora chance di andare direttamente in Serie A, ma deve sperare in un passo falso del Frosinone nella gara interna contro il Foggia. Le speranze le tiene in vita Riccardo Gagliolo, che sbuca dal nulla e insacca, mettendo al tappeto il Bari. Forse è troppo tardi per gli emiliani, che comunque sarebbero i grandi favoriti per i playoff.
GENIO — 18 partite senza vincere e un girone di ritorno da incubo per la Cremonese, che si salva con la manita al Venezia. E il lampo di Simone Pesce, che con un gol da cineteca chiude la partita, vale la nomination. Un colpo di genio di uno dei leader della squadra lombarda.
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le più lette

To Top