Volley

Bergamo, sponsor Zanetti, Bonetti al comando: "Torneremo ai vertici"

#NoiSiamoInfinito. Comincia, o meglio continua così la storia del Volley Bergamo. Un hashtag esplicativo, che declina al meglio tutta la voglia di Bergamo di tornare grande. Con una denominazione tutta nuova, sotto il marchio Zanetti. Con il motore ancora impreziosito dai gradi di nobiltà conquistati sul campo. Il colosso dei formaggi sarà il main sponsor per i prossimi tre anni (con diritto di opzione) mentre Foppapedretti resta totalmente proprietaria. “Ero in vacanza – spiega Luciano Bonetti, che resterà presidente – quando ho ricevuto la prima telefonata di Matteo Zanetti: non aveva mai manifestato un interesse che andasse al di là della sponsorizzazione, invece… Colpito dalla possibilità che il territorio perdesse questa squadra, è nato un nuovo pensiero. L’obiettivo ora è di coinvolgere una squadra di imprenditori”.
pool di sponsor — Sulla barca, nel frattempo, sono già salite realtà imprenditoriali bergamasche quali – in primis – Habilita (strutture di degenza e ambulatoriali) seguita da Fratelli Beretta (prodotti di salumeria, coniugato con i brand Viva la Mamma e Wuber), Imetec (elettrodomestici) MCS (realtà specializzata nella realizzazione di sottofondi e pavimentazioni industriali con sistemi e materiali innovativi) e Industria Chimica Panzeri (produzione di prodotti chimici destinati a diversi segmenti industriali). “Non abbiamo le competenze tecniche per entrare in altro modo che non sia in veste di sponsor – afferma Matteo Zanetti, vicepresidente e consigliere delegato di Zanetti Spa -. Visti i rapporti personali di stima e di grande fiducia nei confronti nell’ingegner Bonetti, al quale ho chiesto personalmente di restare al timone, e della famiglia Foppa Pedretti pensiamo di aver fatto la scelta migliore. L’obiettivo è quello di allargare il raggio per poi, con un budget più sostanzioso, tornare ai vertici. Anche se non da subito”. Il progetto è chiaro (con il placet del sindaco Giorgio Gori: “Tre anni tranquilli dopo il recente passato tribolato. Investire nello sport è una forma di responsabilità sociale”), il seme della rinascita è stato gettato, la società manterrà il suo scheletro (a partire dallo storico direttore generale Giovanni Panzetti) mentre le chiavi verranno affidate, come noto da tempo, a coach Matteo Bertini. Nel roster, ad oggi, mancano due tasselli (due martelli, l’uno per lo starting e l’altro come alternativa, l’uno straniero e l’altro italiano) poiché per il resto i giochi appaiono fatti: da Pesaro il nuovo tecnico si porta la regista Cambi (la vice sarà ancora Boldini) e la centrale Olivotto (che sarà nel reparto con la confermata Strunjak e l’americana Tapp, ex Firenze), schiacciatrici la venezuelana Acosta, la polacca Smarzek (dal Police di Marcello Abbondanza) ed il cavallo di ritorno da Monza Sara Loda mentre i liberi saranno Imma Sirressi da Casalmaggiore e Lucia Imperiali, che resta in terra orobica.
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le più lette

To Top