Moto

Caschi e moto, che mostra al Museo della Scienza

Grande evento a Milano al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, in Via San Vittore 21: dal 4 maggio al 3 giugno sarà ospitata la mostra ‘I colori del Motomondiale’, una straordinaria esposizione che, in collaborazione con La Gazzetta dello Sport, la Motor Valley dell’Emilia Romagna e il patrocinio di Dorna, mostrerà le creazioni di Aldo Drudi, designer romagnolo che con le sue intuizioni ‘colora’ la velocità: immagini dei più famosi team del motomondiale e Superbike, ma anche America’s Cup (team New Zealand), i colori del Tornado del 311 ° Gruppo, Honda Burasca 1200, progetti commercializzati come la l-Bike Thok e l’esclusiva crossover boat Anvera 55. Il tema principale della mostra sarà la collezione di caschi originali realizzati da Drudi dagli Anni 80 a oggi: dal primo, quello di Graziano Rossi, all’ultimo realizzato per questa stagione per Valentino Rossi, oltre alle nuove grafiche di tanti piloti della MotoGP, Moto2 e Moto3, compresi i caschi storici di Kevin Schwantz, Mick Doohan, Randy Mamola, Loris Capirossi e Max Biaggi, fra gli altri.
moto — In esposizione anche la Gilera 250, il casco e la tuta con la quale Marco Simoncelli vinse il Mondiale 2008 e anche le moto iscritte al mondiale MotoGP, con caschi e tute dei loro piloti. Dalla Honda di Marc Marquez campione 2017 alle Ducati, Yamaha, Suzuki, Aprilia e Ktm ufficiali, oltre a quelle dei team satellite LCR, Pramac, VDS e Tech3. “Ho pensato a questa mostra cercando un modo diverso di raccontare il motociclismo, quello che conosciamo noi che frequentiamo il paddock, anziché quello che, a molti, può sembrare solamente qualcosa di tecnico o ossessivo”, ha detto Aldo Drudi. Ad arricchire la mostra gli scatti di Gigi Soldano (Milagro) e Mirco Lazzari, i migliori fotografi italiani del motomondiale.
orari — L’esposizione è inclusa nel biglietto di ingresso al Museo (10 euro interno; 7,5 ridotto) con questi orari: dal martedì al venerdì 9.30-17.00; sabato e domenica 9.30-18.30.
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le più lette

To Top