Formula 1

Fiorio: "La F.1 senza Alonso perde il miglior pilota al via"

Cesare Fiorio, regista dei successi Lancia nei rally durante gli anni ‘70 con la Fulvia prima e la Stratos poi, capo della Ferrari ai tempi di Prost e Mansell, è tra coloro che rimasero stregati dal talento di Fernando Alonso: c’era lui alla Minardi quando lo spagnolo si affacciò ai gran premi. “Penso che la sua decisione di lasciare la F.1, impoverisca il Mondiale — spiega il manager torinese, 79 anni, che sta riprendendosi da un terribile incidente in bici in cui ha rischiato di perdere la vita (venne investito in Puglia dove gestisce un agriturismo) – perché per me Fernando è ancora oggi il più forte pilota che ci sia in circolazione. Purtroppo negli ultimi tre anni non lo ha potuto dimostrare, guidando macchine poco competitive e dovendo lottare coi principianti”. E le accuse di Christian Horner (Red Bull), ribadite da Felipe Massa, che con lo spagnolo ha corso come compagno di squadra 4 stagioni in Ferrari, lo lasciano interdetto. “Quando correva con me Fernando era molto giovane, ma io di problemi non ne ho mai avuto. I suoi compagni di squadra, immagino di sì perché li bastonava”. Sul futuro di Fernando l’ex d.s. Ferrari è convinto: “Ovunque vada, farà bene. Certo, dovesse scegliere la Indy, sarebbe un rischio perché lì esistono grosse differenze tra i team, ma sono convinto che saprebbe imporsi pure là”.
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le più lette

To Top