Calcio

Icardi: "L'autobiografia? Un errore che non rifarei 110 mln per me sono pochi"

Oltre alla soddisfazione per aver infranto il muro dei 100 gol in serie A, divenendo il sesto giocatore più giovane ad andare in tripla cifra, per Mauro Icardi è anche tempo di riflessioni. Con uno sguardo al passato e uno rivolto al futuro, che Maurito giura sarà ancora a tinte nerazzurre. “Fare gol è importante, ma essere il capitano dell’Inter è la mia missione, sono orgoglioso di tutto questo. Sono interista da quando ero piccolo e voglio vincere con questa maglia” ha giurato Maurito nel corso di un’intervista a Rivista Undici, quasi a voler spazzare via ogni rumore di mercato.
passo indietro — Ma al momento di dare una valutazione in termini monetari, il centravanti ha le idee ben chiare: “110 milioni per il mio cartellino sono pochi? Considerando questo mercato forse sì. Ma in società sanno quello che voglio, siamo tutti molto tranquilli”. C’è però qualcosa di cui, a posteriori, Icardi si è pentito. “Cosa non rifarei? Penso il libro, una cosa brutta per tutti. Comunque è un discorso chiarito, la gente ci vuole bene e io voglio il bene della squadra e dei tifosi”.
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le più lette

To Top