Formula 1

La Ferrari che verrà Come cambia con Binotto

La Ferrari di oggi e del prossimo futuro è nelle mani di Mattia Binotto. Letteralmente. L’uomo d’ordine venuto dalla gavetta sale al ponte di comando della rossa di F.1 con pieni poteri. Non sarà solo il nuovo capo della Gestione Sportiva, prendendo il posto di Maurizio Arrivabene nel ruolo di team principal, ma a lui «continueranno a rispondere tutte le funzioni tecniche», come specificato nell’annuncio ufficiale con cui ieri il Cavallino ha sancito il passaggio di consegne chiudendo i quattro anni dell’era Arrivabene. Significa che Binotto, già direttore tecnico della scuderia, assommerà in sé una doppia carica, diventando responsabile del team in fabbrica e in pista, con vari delegati. Qualcosa di simile a ciò che è stato Ross Brawn alla Mercedes.
organico La logica dice che il nuovo team principal non farà stravolgimenti, ma aggiustamenti. Tutte le grandi scelte di Marchionne, con il modello di organizzazione orizzontale basato sulla promozione delle seconde linee e dei giovani tecnici italiani, erano condivise da Binotto. Scommesse vinte come quella di portare Enrico Cardile e Corrado Iotti dalla produzione al vertice dei settori aerodinamica e motori in F.1. Più probabile cambi qualcosa nella struttura del team sui circuiti. Ma la partita più importante Binotto dovrà giocarla sui tavoli della politica. Se infatti non faticherà a far sentire la sua voce nelle riunioni tecniche, sarà più difficile riuscirci in quelle strategiche sui regolamenti del futuro legati al rinnovo del Patto della Concordia con Liberty Media e Fia. In questo dovrà essere affiancato da qualcuno più in alto. E la permanenza di Louis Camilleri come amministratore delegato è fortemente in dubbio. Nella Ferrari molto è cambiato negli ultimi mesi e molto potrebbe ancora cambiare. Uomini importanti come Massimo Rivola, il capo dell’Academy piloti passato all’Aprilia, sono andati via. E altri potrebbero tornare.
L’ARTICOLO COMPLETO DI LUIGI PERNA SULLA GAZZETTA IN EDICOLA
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le più lette

To Top