Basket

La Virtus resiste nel finale Torino, sesta sconfitta di fila

Vittoria playoff per la Virtus nello scontro diretto tra due delle aspiranti big del campionato ma anche due delle squadre più in difficoltà del momento. La persa di Vujacic a tre secondi dalla fine, al termine di una partita in verità spesa quasi tutta a inseguire, ufficializza la sesta sconfitta di fila di Torino che negli ultimi tre mesi, quindi in tutto il girone di ritorno, in undici partite ha vinto solo con Pesaro e Capo d’Orlando. Si rianima Bologna, che pure veniva da cinque sconfitte nelle ultime sette partite, era senza Alessandro Gentile e dovrà farne a meno anche nel nuovo scontro diretto la settimana prossima con Varese. Ma prima ha saputo mettersi in partita con Lawson, poi trovando le giocate giuste da tanti, e in particolare minuti di personalità dalla panchina da Stefano Gentile e Pajola, prima è scappata a +10, poi ha resistito al disperato rientro della Fiat.
Fuga e controfuga — Eppure la partita era nata sotto il segno di Torino, capace di scappare 17-5 dopo cinque minuti, figlio per metà di un Washington da 7 punti in 5’ e quasi completamente del gioco in campo aperto, mentre Bologna sparacchia da tre (1/5 per cominciare). La Virtus manca in difesa e a rimbalzo, dove il primo pallone conquistato arriva dopo 4’10”: nel frattempo dei primi 10 tiri, Torino ne segna 8 e sugli altri due prende il rimbalzo d’attacco. Condizioni troppo uniche perché duri, soprattutto perché poi è l’Auxilium che comincia a sparacchiare, anche per il poco che esce dalla panchina con Blue e Pelle, mentre Ramagli pesca dalle seconde linee l’impatto gigantesco di Lawson: 11 punti in 6 minuti con 5/6 al tiro per avvicinarsi 24-23 già al 13’, mettere la freccia 27-28 al 15’ e poi nonostante il terzo fallo di Slaughter al 17’ allungare fino al 34-41 del riposo.
Rimonta a metà — Torino paga i 13 errori su 16 triple a metà partita, da cui nasce anche il secondo quarto da soli 12 punti. E al ritorno in campo la Fiat scende fino al 36-46 al 23’ prima che l’impatto fisico di Washington e quello tecnico di Vujacic, oltre a quello temperamentale di entrambi, riaprano la partita per Torino: attorno a loro nasce il 7-0 con cui i padroni di casa rientrano 47-49 al 28’. Il quarto periodo è un corpo a corpo: Vujacic sbaglia due volte a quattro minuti dalla fine la tripla della parità, chiuderà con 2/10. Di là Stefano Gentile invece la mette per l’allungo e la Virtus pare chiuderla sul 59-66 di Lafayette a 100 secondi dalla fine. Poi però la riaprono due perse di Aradori e Lafayette, di cui approfitta Garrett con gli unici due guizzi della sua partita fino al 65-66. Sulla rimessa a 18” dalla fine però Vujacic si incarta e perde palla contro Aradori, che poi a meno di tre secondi dalla fine segna il primo libero e sbaglia il secondo: per la Fiat non c’è più tempo per evitare la sesta sconfitta di fila.
Torino: Washington 17, Vujacic e Mbakwe 13
Bologna: Lawson 18, Aradori 12
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le più lette

To Top