Calcio

Luis Alberto, ancora dubbi Gagliardini sembra pronto

E’ un match da 40 milioni di euro, gli introiti della prossima Champions League. Cresce l’attesa per quello che è diventato un vero e proprio spareggio per il quarto posto, con la Lazio che ha a disposizione due risultati su tre, mentre l’Inter è costretta a vincere.
qui lazio — In casa Lazio giorno dopo giorno aumentano ottimismo e buon umore. Inzaghi spera di recuperare gli infortunati e di ritrovare la sua Lazio, quella spumeggiante che si è vista per lunghi tratti della stagione. Luis Alberto questa mattina si è sottoposto agli accertamenti strumentali: “Non sappiamo ancora se giocherò domenica – ha detto lo spagnolo –. Vediamo venerdì e sabato mattina come sto. Le sensazioni però sono buone, sto molto meglio”. In realtà però il suo recupero (oggi si è allenato solo in palestra) resta il più complicato di tutti. A Formello, infatti, gli altri infortunati mandano segnali positivi. Lukaku si è allenato con il pallone. Probabile che Inzaghi lo porti con sé in panchina e che lo mandi in campo a partita in corso (delle 29 presenze in Serie A sono ben 17 quelle da subentrante). Immobile per il secondo giorno di fila si è allenato a parte: il posto al centro dell’attacco dovrebbe essere il suo. Si rivede anche Parolo che però è leggermente indietro nella fase di recupero rispetto al compagno di squadra. Fra domani, quando ci sarà un’amichevole con la Primavera, e venerdì si avranno indicazioni probabilmente definitive. Continua invece il dubbio legato alla presenza di De Vrij. Inzaghi subito dopo Crotone sembrava intenzionato a non schierarlo ma in queste ultime ore ci sta ripensando. L’olandese oggi si è allenato accanto a Luiz Felipe e Radu, gli altri due titolari di domenica. Può essere un indizio…
qui inter — Ad Appiano invece oggi si è allenato in gruppo Roberto Gagliardini. L’ex Atalanta era l’ultimo infortunato della rosa di Spalletti: si era fermato il 17 aprile, questa è la sua prima seduta con i compagni. Se non ci saranno nuovi stop o frenate il centrocampista potrà mettere nelle gambe quattro giorni di allenamenti e quindi essere disponibile per la gara dell’Olimpico, dove ricomporrà la coppia davanti alla difesa con Brozovic. Spalletti ha pochi dubbi e non dovrebbe “inventare” nulla in vista della sfida a Inzaghi: schiererà quella che è diventata la sua squadra titolare, con il 4-2-3-1. Al centro della difesa rientrerà Miranda, che già ieri è tornato in gruppo: completa il reparto composto da Cancelo e D’Ambrosio in fascia e Skriniar centrale. Per quel che riguarda il quartetto offensivo non ci saranno sorprese: Candreva a destra,Rafinha rifinitore, Perisic a sinistra, Icardi terminale. Il primo cambio della difesa è Ranocchia, del centrocampo Vecino, mentre Karamoh è la variabile da giocarsi per l’ultima parte della partita, se il risultato lo renderà necessario.
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le più lette

To Top