Calcio

Mazzarri: "Vorrei altra sosta Belotti? Non ho fretta"

Walter Mazzarri non è allarmato dopo il pari sofferto con il Sassuolo a Reggio Emilia. “È evidente che non siamo stati brillantissimi. Uniformare la preparazione fisica di tutta la squadra non è facilissimo. C’è ancora da lavorare parecchio: il Sassuolo oggi ha fatto vedere perché nelle ultime partite aveva una ritmo da Champions. Si tratta di una signora squadra”.
ritorno a tre? — Mazzarri ha spiegato il cambio Moretti-Berenguer al 17′ del secondo tempo, che ha portato alla svolta tattica della difesa a tre: “Siamo andati meglio con questo assetto, abbiamo concesso solo un’occasione a Matri e ci siamo resi più pericolosi. Sono passato alla difesa a tre perché la squadra faticava. Devo conoscere meglio i giocatori, un conto è vederli in televisione e un conto è allenarli. Dobbiamo ancora lavorare parecchio: ci vorrebbe un’altra sosta di campionato, ma la prossima è a marzo. Io comunque voglio una squadra che sappia cambiare pelle anche a gara in corsa”.
sostituzioni e ljajic — ” Ho atteso un po’ per i cambi, perché temevo che molti giocatori me lo chiedessero e c’era il rischio di finire in dieci. Alla fine me lo ha chiesto Niang, che era stanco, niente di che. Ho scelto così. Ljajic assieme a Falque, Belotti e Niang? L’obiettivo è ottenere i risultati. Scelgo il modulo in base alle caratteristiche dei giocatori. Dobbiamo vincere le partite, non importa con quali giocatori in campo”.
il gallo — Capitolo Belotti. “È stato con noi oggi, martedì ci parlerò, gli devo chiedere se quel dolorino che ancora ha gli è passato, per potersi allenare con la squadra. Non c’è un tempo preciso per il recupero. Bisogna ascoltare le sue sensazioni, bisogna evitare ricadute che in questo periodo dell’anno sono frequenti. Non voglio avere fretta”.
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le più lette

To Top