Calcio

Mou divide anche gli inglesi E la Spagna esalta Solari

“Non importa che se ne parli bene o male, l’importante è che se ne parli”, diceva Napoleone. Una citazione che calza a pennello per descrivere il personaggio di Mourinho e la sua spasmodica ricerca dei riflettori. Il giorno dopo la vittoria dei Red Devils allo Stadium la stampa britannica gli dedica tutte le prime pagine, quasi facendo passare in secondo piano la clamorosa rimonta dei suoi. C’è chi lo esalta: “Turin Proud”, “Lo United supera il test torinese”, riconoscendo negli uomini di Allegri uno dei principali ostacoli europei.
Chi ricorda il glorioso passato italiano e nerazzurro dello Special One e ne celebra lo spavaldo ritorno contro i vecchi nemici bianconeri.
E chi, invece, si schiera contro il gesto provocatorio del tecnico portoghese, che al fischio finale ha appoggiato la mano all’orecchio e ha aizzato i tifosi juventini come per dire: “Ora non mi insultate più?” Il Sun titola “No Class”, zero classe. Giudizio che viene accostato al comportamento del City di Guardiola, e di Sterling in particolare, in occasione del rigore regalato contro lo Shakhtar Donetsk. Una caduta di stile, secondo le principali testate inglesi.
Rassegna stampa spagnola dedicata, invece, al trionfo del Real Madrid e della gestione di Santiago Solari, che fa tre su tre (vittoria in Liga, in Coppa del Re e in Champions ieri sera con la manita al Viktoria Plzen) e mette in seria difficoltà Florentino Perez. L’ex Inter era stato scelto inizialmente come traghettatore per il post-Lopetegui. Ma ora, complici le buone prestazione anche sul piano del gioco, può ambire ad un “posto fisso” sulla panchina dei Campioni del Mondo. Decisiva, in questo senso, sarà la pausa delle Nazionali.
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le più lette

To Top