Calcio

"Pace Moratti-Juventus? Il tempo pulisce le tossine"

Dodici anni possono anche non bastare. È ciò che fa intendere Paolo Bonolis, supertifoso dell’Inter, a proposito della pace tra Massimo Moratti e la Juventus: “Sono parole normalissime, ognuno gestisce i propri rancori come meglio crede – dice Bonolis -. Certe cose si smussano, il tempo leviga le pietre. Ha perso il rancore, ma rimane la cicatrice per ciò che è accaduto. La Juve ha pagato poco rispetto all’entità del reato, ma adesso basta. Se dentro di lui la cosa è terminata, è terminata. Certe cicatrici però restano, ma non si può costantemente soffrire per queste cose. Il tempo pulisce molte tossine”.
ACQUA PASSATA? — Bonolis pare comunque voler andare oltre: “Sembra che i tifosi debbano per forza guardarsi in cagnesco. A volte capita di incontrarsi. Giusto che gli avversari ci siano, si possono deridere, ma vanno sempre rispettati. Io non ho niente contro i tifosi della Juve, c’è stato quel fatto, ma non si può essere eternamente arrabbiati per qualcosa”.
FIGC SFUMATA — Il presentatore romano ha detto la sua anche sulla candidatura di Moratti alla Figc, proposta da Andrea Agnelli: “La scelta sarebbe ricaduta su una persona di grande spessore, non solo nel calcio, ma anche nell’economia italiana. Era una scelta bella, oculata, quindi corretta”.
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le più lette

To Top