Moto

Petrucci: "Bella prima fila" Zarco: "Non pensavo…"

Una Ducati GP18, partirà dalla prima fila del GP del Qatar. Ma non è quella di Andrea Dovizioso o Jorge Lorenzo, bensì quella di Danilo Petrucci, terzo a soli 5 millesimi da Marc Marquez e a due decimi da Zarco, l’uomo della pole. “Dopo i test e le prove libere pensavo di potercela fare ad acchiappare, la pole, invece, non è stato così – ha detto il ternano – nel primo run c’era tantissima gente e non avevo scaldato bene la gomma che scivolava un po'” racconta il pilota del Pramac Racing.
da solo — “Nel secondo tentativo – racconta sempre Petrucci – ho provato ad uscire da solo, invece, eravamo tutti insieme. Era abbastanza pericoloso perché appena fuori la linea ideale c’era tanta polvere. Davanti avevo Zarco staccato di un po’ di metri e ha fatto un giro incredibile. Io ho rischiato, mi si è chiuso un po’ anche lo sterzo e non immaginavo di prendere la prima fila. Ma per cominciare va molto bene”.
parla zarco — Zarco è stato l’uomo del sabato, con una grande pole che ha sorpreso pure lui: “Anche io sono sorpreso dalla mia pole position – ha detto il transalpino della Yamaha Tech3 – sono contento perché già nella FP3 avevo ripreso il feeling con la moto che avevo nei test, anche se c’era tanto vento e le condizioni non erano ottimali. Nella FP4 ho provato a fare il passo per la gara ma sono caduto e questo non è mai buono. Ma sapevo che con poca benzina nel serbatoio sarei andato forte. Così nel secondo run quando tutti si studiavano ho deciso di uscire davanti ed è andata bene”.
parla marquez — Il campione del mondo Marc Marquez si accontenta di un buon secondo posto: “È vero, è una delle piste dove faccio più fatica insieme alla Malesia, ma ho fatto comunque una bella qualifica bel primo turno dell’anno dove tutti si attacca al 100%. Oggi Zarco era un passo in avanti a tutti, ma la gara sarà dura ed il più pericoloso per me è Dovizioso, anche se parte dalla seconda fila”.
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le più lette

To Top