Calcio

Pioli ritrova la Lazio "Ma ora c'è solo la Viola"

Si gioca per l’Europa. La Lazio cerca quella più nobile, la Champions, in casa viola si guarda in direzione Europa League. “La squadra sta bene – dice Pioli – ci alleneremo nel pomeriggio ed anche domani mattina. Qualcosa cambierò nella formazione, ma non molto se le condizioni dei giocatori me lo permetteranno. Nelle ultime partite abbiamo quasi sempre avuto un numero. Il rapporto positivo tra occasioni create e quelle subite. Questo è fondamentale”.
LAZIO — Poi sugli avversari di domani. “La Lazio ha giocatori molto forti, negli ultimi anni sono sempre al vertice. Hanno fisicità, organizzazione e qualità singole: servirà davvero una grande prestazione. Abbiamo giocato già due volte contro di loro. Ci hanno impressionato per forza e qualità, ma sono state due gare equilibrate. Sono il miglior attacco del campionato, hanno il capocannoniere e riescono a portare molti giocatori in avanti”.
GRANDE EX — “Ho passato a Roma due anni molto intensi. Il primo in positivo, il secondo in negativo, dove potevamo fare meglio. Per me è stata un’ottima esperienza, ma riguarda il passato. Ora sono concentrato solo sulla Fiorentina e su questo finale di campionato che deve riservarci ancora cose positive. Inzaghi? Ha tanti meriti, sta facendo un ottimo lavoro ottenendo risultati importanti”.
DABO — “A gennaio cercavamo determinate caratteristiche, lui le aveva. Ci dà dinamicità e fisicità, aiutandoci nelle palle inattive: e sappiamo che la Lazio sui piazzati è davvero fortissima. Può migliorare molto, i giocatori francesi arrivano da un campionato dove conta il fisico e l’intuito. Hanno ritmo, ma poca lettura. Ha un fisico incredibile con il quale deve farsi rispettare. Badelj? Ci manca, lo ritengo importantissimo, ma siamo riusciti a comandare il gioco anche con altri calciatori”.
CHIESA — “Federico ogni tanto buttava giù la testa e vedeva poco i compagni, ma su questo è migliorato tanto. Contro la Spal ha servito tantissime palle gol, puntando l’uomo e fornendo assist. Sta giocando ad alto livello, migliorando anche nella continuità durante la stessa gara. E’ sempre più completo”.
FUTURO — “Qualche mese fa la maggior parte dei giocatori voleva andare via, ora la maggior parte vuole restare. Si è capito che qui c’è una base, una cultura, e c’è voglia di indossare questa maglia. Ne terremo conto al momento delle scelte, poi ovviamente punteremo in estate a migliorare la squadra prendendo le giuste decisioni”.
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le più lette

To Top