Basket

Prima volta a 32 squadre 8 i gironi, finale a Pechino

Il Mondiale di basket atteso per 5 anni non è più un miraggio. Dopo il sorteggio di sabato alle 11.45 italiane a Shenzen (Cina), con Kobe Bryant a comporre i gironi, la prima rassegna iridata della storia a 32 squadre prenderà forma. Certo, la prima palla a due del 31 agosto è ancora lontana, ma il countdown è già iniziato. Anche per l’Italia, che torna al Mondiale per la prima volta dal 2006 e aspetta di conoscere con quale testa di serie dovrà subito misurarsi.
la formula — 32 squadre quindi: 12 europee (comprese Repubblica Ceca e Montenegro), 7 americane, 7 asiatiche più la Cina paese ospitante, 5 africane. Divise dal morso del Mamba, inizialmente, in 8 gironi da 4 ciascuna. Passano le prime due di ogni gruppo, formando 4 nuovi gironi da 4. Valgono i risultati del primo turno nella seconda fase, quindi ogni squadra gioca solo con le due del proprio girone che non ha affrontato nella prima fase. Le due migliori di ogni gruppo passano ai quarti di finale, che dal 10 settembre danno il via alla fase di eliminazione diretta che culmina il 15 settembre con la sfida che vale la medaglia d’oro.
tokyo 2020 — Siccome ballano 7 posti per l’Olimpiade di Tokyo (il Giappone, padrone di casa, è già qualificato) e i 16 per il preolimpico, il Mondiale non si chiude con l’eliminazione. Le squadre dal 17° al 32° posto, ad esempio, si giocheranno i piazzamenti venendo divise in 4 gironi da 4, con l’obbligo di affrontare solo chi non si è già incrociato nel primo turno. Dopo questi tornei, le squadre verranno distribuite in base al loro piazzamento nei gironi. Niente torneo per la classifica dal 9° al 16° posto: i primi quattro posti saranno le terze classificate dei gironi della seconda fase, i rimanenti alle quarte. Si gioca, invece, per i posti dal 5° al 9°, riservati a chi esce ai quarti: faranno un mini tabellone. L’Europa ai Giochi qualifica le prime due arrivate: a Tokyo dal Mondiale anche 2 americane, un’africana, un’asiatica e una dell’Oceania. Le altre migliori 16 si contenderanno gli ultimi 4 posti nei tornei preolimpici in programma a luglio 2020.
la storia — Gli Usa sono super favoriti per prendersi il terzo mondiale consecutivo (non c’è mai riuscito nessuno in 17 edizioni precedenti) e rompere la parità di successi a quota 5 con la Jugoslavia. La nazionale a stelle e strisce, che in Cina sarà allenata da Gregg Popovich con Steve Kerr come vice principale, è col Brasile l’unica ad aver sempre partecipato alla fase finale. L’Italia è alla 9ª partecipazione: gli azzurri non sono mai saliti sul podio, arrivando due volte quarti (l’ultima nel 1978). Nove partecipazioni per la Cina, per la prima volta paese ospitante: i padroni di casa non vincono dal 1970 (Jugoslavia) e da allora sono saliti sul podio solo nel 2010 (Turchia 2ª).
le città — Il Mondiale con più partecipanti di sempre si snoderà su 96 partite in 16 giorni. Le città ospitanti sono Pechino, Foshan, Wuhan, Shenzhen (dove si svolge il sorteggio), Dongguan, Nanjing, Shanghai e Guangzhou. La finale per l’oro il 15 settembre a Pechino: chi vince si porterà a casa anche un nuovo trofeo, dedicato all’inventore del basket James Naismith: è quasi completamente in oro, ha i nomi dei passati vincitori incisi sopra ed è tra i trofei più alti dello sport. Non poteva essere altrimenti, visto che è la coppa che premia la miglior squadra di basket del pianeta.
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le più lette

To Top