Calcio

Real, la cura Solari funziona Benzema show: 5-0 a Plzen

Solari promosso a pieni voti anche al terzo esame, forse quello più importante. Dopo le vittorie in Coppa del Re e in Liga arrivano i tre punti preziosissimi in Champions con la manita nel fortino del timido Viktoria Plzen. Il Real Madrid aggancia così a quota 9 la Roma, vincente nel pomeriggio sul campo del Cska e mette una seria ipoteca sul passaggio agli ottavi. A decidere le sorti del girone G sarà lo scontro diretto all’Olimpico del prossimo 27 novembre, soprattutto in ottica primo e secondo posto.
Le scelte di Solari — Tante le sorprese dell’ultimo minuto tra le Merengues. Solari deve fare i conti con una lunga lista di infortunati tra cui spiccano Carvajal, Varane, Marcelo e Mariano Diaz. Così l’ex Inter lancia una difesa inedita, con Sergio Ramos e Nacho supportati dai due giovani terzini, pupilli di Lopetegui, Odriozola e Reguilòn. Il primo sta vivendo un momento speciale: cresciuto nelle giovanili della Real Sociedad, è sbarcato in estate a Madrid per 30 milioni dopo una convocazione al Mondiale russo. La carta d’identità, vale la pena ricordarlo, segna 22. Dopo il debutto in Liga e il gol in Coppa del Re contro il Melilla, il giovane ora si gode la prima da titolare in Champions. Reguilòn, classe ’96, è invece l’ultimo gioiellino della Cantera blanca e si porta dietro l’ingombrante etichetta di erede di Marcelo. Tra i pali il tecnico schiera Courtois, nonostante Navas fosse considerato portiere di coppa dal suo predecessore. A centrocampo turno di riposo per Modric, chance per Ceballos e Casemiro. Davanti Bale e Lucas Vazquez, preferito a Isco, completano il tridente con Benzema.
dominio blancos — Ed è proprio il francese a sbloccare il risultato al 21’ con un’azione personale: il campione del Mondo si accentra, punta l’area, evita due avversari con una finta e trafigge Hruska. È il suo 200esimo gol con la camiseta blanca, un record che solo sei vecchie conoscenze madrilene possono vantare. Tra questi, ovviamente, Cristiano Ronaldo. La manovra delle Merengues affonda la difesa del Viktoria come una lama nel burro. Al 23’ arriva il raddoppio di Casemiro con un’incornata su un ottimo calcio d’angolo di Kross. Tutto facile per il Real, che al 37’ trova il 3-0, ancora con Benzema, ancora di testa, complice un’amnesia di tutta la retroguardia ceca. E sono 201. Primo tempo che si conclude con il poker di Bale: un delizioso mancino al volo sul secondo palo. Nel secondo tempo spazio per il gol della manita: pallonetto perfetto di Kross. Niente da fare per il povero Hruska.
dubbi e certezze — I padroni di casa, fanalino di coda del girone, si giocheranno un posto in Europa League nella prossima partita col Cska. Il Real torna in Spagna con più certezze in campo, ma forse anche con più dubbi sul futuro: la cura Solari, scelto inizialmente da Perez come traghettatore per il post Lopetegui, sta funzionando. Lo dimostra un dato: la squadra con l’ex c.t. delle Furie Rosse ha segnato 9 gol e ne ha subiti 14. Con Solari il tabellino recita 11 all’attivo e ancora 0 al passivo. Basterà per confermarlo alla guida dei Campioni d’Europa?
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le più lette

To Top