Calcio

Roma, freni in campionato? Pallotta: "Si finisca quarti"

Due partite di fila senza segnare in campionato, come non succedeva da tre anni, quando in panchina c’era Rudi Garcia. Due punti nelle ultime tre partite di campionato, conquistati nel derby e a Bologna, con in mezzo il k.o. contro la Fiorentina: se da una parte la Roma si sta regalando il sogno Champions, dall’altra è costretta a mantenere la testa salda sul campionato, perché il confine tra paradiso e inferno è labile. I giallorossi sono terzi, a parimerito con la Lazio ma in vantaggio negli scontri diretti, e un punto sopra l’Inter. E adesso, con le due partite contro Genoa e Spal, devono provare a blindare la Champions del prossimo anno, senza concentrarsi solo sul Liverpool.
no reds — Per questo Di Francesco, anche dopo le parole del presidente Pallotta, che ha ribadito l’importanza del campionato e che “si deve finire nelle prime quattro: dobbiamo difendere il business per la prossima stagione”, ha chiesto ancora a tutti i giocatori di non pensare a Salah e compagni. Complicato farlo, con una città impazzita (deve ancora iniziare la vendita libera, ma la caccia al biglietto non si ferma), ma il tecnico vuole che i giocatori non perdano altro terreno in campionato, soprattutto alla vigilia di due turni sulla carta non proibitivi. Alla Roma, da qui a fine campionato, è rimasto solo lo scontro con la Juventus all’Olimpico di davvero difficile, ma è proprio contro squadre di livello inferiore che in questa stagione sono arrivate le difficoltà maggiori.
attacco k.o. — Soprattutto perché l’attacco, quando si ferma Dzeko, non va. Schick e Defrel sono fermi ad un gol a testa, Perotti in un girone (dal derby al derby) ha segnato appena due reti, ed ora è anche infortunato, El Shaarawy ne ha fatti un paio in tutto il 2018 e anche Ünder, frenato da un problema muscolare, non segna da un mese e mezzo. La sfortuna sicuramente ci mette del suo (20 pali, solo l’Inter con 21 è stata più tartassata), ma certamente la scarsa precisione sottoporta ha complicato, e non poco, il campionato. Adesso c’è l’occasione per ripartire, Di Francesco vuole sei punti prima del Liverpool e per ottenerli cambierà parecchi giocatori, la sua speranza è che tutti gli diano ascolto e che l’euforia che si respira in ogni strada di Roma possa essere una risorsa anche in Serie A. Perché il futuro del club, oltre che dalla magia attuale, passa anche dalla Champions del prossimo anno.
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le più lette

To Top